GameStop

Success Story

GameStop è una multinazionale specializzata nella vendita di videogiochi, elettronica di consumo e merchandising a tema videoludico. L’azienda ha sede in Texas ed è il più grande retailer di videogame al mondo. In Italia conta 300 punti vendita, coordinati dalla sede centrale di Buccinasco, in provincia di Milano.

Scopri: La sfida | La soluzione | I vantaggi

GameStop Photo

GameStop

company

GameStop Corporation (GameStop) è una multinazionale statunitense, leader nella vendita di videogiochi, periferiche gaming, console e merchandising di vario assortimento legato a serie TV, fumetti e videogame, a cui si sono aggiunti di recente servizi di telefonia e accessori per gli smartphone. Presente in Italia dal 2005, in precedenza con il marchio EBgames, conta attualmente circa 300 punti vendita sul territorio nazionale, e ha sede centrale a Buccinasco, in provincia di Milano.

Industries

Retail

Products

Stampanti e dispositivi Multifunzione

La sfida

In pochi mesi il parco stampanti è stato sostituito e ottimizzato. Grazie a Digital Company Italia abbiamo oggi un unico interlocutore: è un aspetto per noi fondamentale, in quanto siamo passati da avere quattro o cinque persone in azienda che si occupavano di segnalazione dei guasti, spedizioni e sostituzioni, a un’unica figura che ci solleva da queste incombenze. Già questo aspetto comporta per noi un notevole risparmio di tempo e un incremento della produttività
Andrea Cassani IT Manager (GameStop Italia)

La gestione della stampa nel corso degli anni era diventata problematica per l’azienda, a causa di un’infrastruttura eterogenea caratterizzata da un enorme parco stampanti di generazioni e funzionalità diverse, che venivano acquistate senza linee guida specifiche, nel momento in cui ne sorgeva l’esigenza.

“Tutti i processi – dalla segnalazione dei guasti, allo smaltimento dei toner, passando per la spedizione in assistenza dei dispositivi - erano a carico del personale interno, in particolare dei dipartimenti IT e Logistica, con conseguenti livelli elevati di costi a fronte di efficienza e produttività ridotte”, afferma Andrea Cassani, IT Manager di GameStop Italy.

“E’ quindi sorta l’esigenza di cambiare interamente il nostro approccio alla stampa, andando alla ricerca di una soluzione che offrisse un valore aggiunto a 360° in termini di gestione, contribuendo inoltre a garantire un sensibile contenimento dei costi”.

La soluzione

Quando abbiamo fatto l’analisi del progetto, ovvero la fotografia dello status quo, pensando alla migrazione di 600 macchine con l’obiettivo di evitare disagi e disservizi, abbiamo ottenuto un contributo organizzativo significativo dalle capacità e dal supporto del cliente. La collaborazione è stata particolarmente fruttuosa, e ci ha permesso di lavorare in maniera ottimale nei tempi stabiliti, con piena soddisfazione di entrambi.
Giorgio Chiappa General Manager (Digital Company Italia)

GameStop ha cominciato a sondare il mercato, in cerca di vendor in grado di soddisfare le sue specifiche esigenze: riduzione dei costi legati a stampanti e dispositivi multifunzione, a fronte di un miglioramento del processo di gestione dell’infrastruttura.

Dopo un’attenta selezione, la scelta è ricaduta su Lexmark, che ha dato prova - anche in virtù del prezioso ruolo svolto in fase di consulenza dal partner Digital Company Italia - di possedere le credenziali e le competenze necessarie per andare incontro alle richieste di GameStop: da un lato, un interlocutore unico, che potesse prendersi carico di ogni aspetto della gestione dell’infrastruttura di stampa (spedizione dei dispositivi sul punto vendita, installazione, monitoraggio degli asset, riordino dei consumabili, smaltimento dei toner), dall’altro un vendor in grado di soddisfare le necessità di GameStop a livello di riduzione dei costi.

In collaborazione con Digital Company Italia, è iniziato quindi un progetto pilota che ha visto una fase iniziale di test nella sede di Buccinasco, per poi portare nei mesi successivi all’installazione di 60 stampanti in 30 punti vendita. I risultati positivi della partnership tecnologica hanno convinto GameStop a estendere ulteriormente la portata del progetto, anche agli altri store italiani: sono state installate un totale di 600 stampanti e dispositivi multifunzione in una finestra temporale di circa dodici mesi, in 300 punti vendita.

Anche la scelta dei modelli installati presso i punti vendita ha seguito una logica di ottimizzazione, in particolare di spazi e costi. GameStop ha deciso di dotare ogni store con due tipologie di dispositivo: la stampante laser A4 monocromatica Lexmark M1242 che, in virtù dell’ingombro ridotto e delle elevate prestazioni, si è rivelata l’opzione ideale per la postazione sotto la cassa, e il multifunzione laser monocromatico Lexmark XM1242 – dotato di fax, scanner e fotocopiatrice – che soddisfaceva pienamente le esigenze di gestione documentale oggetto delle attività di backoffice, nel retro dello store. Entrambi i modelli assicurano, inoltre, un costo di gestione della stampa davvero competitivo.

I vantaggi

Grazie al progetto portato avanti in collaborazione con Lexmark e Digital Company, GameStop Italy può ora beneficiare di un’infrastruttura di stampa omogenea, con la presenza di due sole tipologie di modelli della medesima generazione per tutta la catena di punti vendita. I vantaggi, a livello operativo e di costi, sono innumerevoli e significativi.

In passato, in presenza di un ambiente di stampa eterogeneo capitava di sovente che un determinato dispositivo andasse fuori produzione, con conseguenti problematiche legate alla sostituzione delle componenti o dei toner, che comportavano interruzioni, costi e perdita di produttività.

Ora, grazie alla gestione proattiva dei consumabili, le macchine avvisano per tempo quando sorge l’esigenza di sostituire il toner, per cui i commessi nei punti vendita, non si trovano improvvisamente nell’impossibilità di stampare.

Una svolta, per GameStop, è anche il poter beneficiare di un’assistenza molto rapida (entro le 24 ore) in caso di guasti sul punto vendita. In passato una stampante guasta veniva spedita alla sede centrale, con notevoli costi (legati a spese di spedizione e sostituzione del dispositivo) e tempi di inattività per lo store. Ora, anche in virtù della solidità dei dispositivi Lexmark, tutto il processo è molto più rapido ed economico.

Anche le tematiche green, al centro dei modelli di business di Lexmark e GameStop, hanno trovato sbocco in questo progetto. In ogni store sono stati, infatti, installati ecobox per lo smaltimento e il riciclo dei consumabili.

Ma sono i costi nascosti quelli che, grazie all’adozione dell’infrastruttura di stampa Lexmark, GameStop ha visto ridursi sensibilmente. “Siamo nell’ordine di un 30% di risparmi sui costi correlati alla stampa”, dichiara Lorenzo Tola Masala, Country Manager di GameStop Italy. “Un tempo i punti vendita ordinavano direttamente i toner a fornitori terzi, mentre oggi, da un semplice esame delle fatture, possiamo renderci conto del crollo dei costi legati ai consumabili da quando ci siamo affidati a Lexmark e a Digital Company. Dal punto di vista amministrativo tutto è stato semplificato. Grazie alle analitiche, beneficiamo, inoltre, di maggiore visibilità sui livelli di stampa per singolo negozio e singola macchina. Anche questo aspetto è fondamentale in un’ottica di controllo dei costi”.

La mappatura è costante, in tempo reale in ogni singolo store. GameStop ha completa visibilità sui consumi di ogni specifico dispositivo in termini di volumi di carta, e dei relativi output di stampa.

Un ultimo, ma per questo non meno importante, beneficio derivante dalla adozione della soluzione Lexmark, è rappresentato da una maggiore produttività in store, grazie alla semplificazione della gestione dei dispositivi. “Tutto risponde a una procedura creata ad hoc a inizio progetto in collaborazione con Digital Company, alla quale il personale può fare riferimento in caso di problematiche connesse alla stampa. Gli addetti alle vendite ora possono dedicare più tempo a compiti essenziali come l’attenzione al cliente”, conclude Tola Masala.